Ciak! Medicina

venerdì 31 marzo 2017



FORMAZIONE 28 marzo 2017

Lorenzin: «Con ‘linee guida’ 

fondamentale formazione ECM. 

Ecco perché diciamo basta 

alle proroghe»


Il Ministro della Salute sceglie i microfoni di Sanità Informazione per ripercorrere il cammino della Legge sulla “responsabilità professionale del personale sanitario” e per focalizzare l’attenzione su uno dei temi cardine della nuova disciplina e di tutto il suo mandato: la formazione ECM
Immagine articolo
La “responsabilità professionale” è sbocciata, ma è ancora presto per cogliere i suoi frutti. In queste settimane primaverili il Ministero della Salute sta lavorando ad uno dei passaggi fondamentali per vedere la cosiddetta “Legge Gelli” tradotta in una misura pienamente operativa: i decreti attuativi. Ed è partendo da questo spunto che il Ministro Beatrice Lorenzin ha scelto i microfoni di Sanità Informazione per ripercorrere il cammino del provvedimento tanto atteso da tutti i professionisti del settore e per focalizzare l’attenzione su uno dei temi cardine della nuova “responsabilità professionale” e di tutto il suo mandato: la formazione ECM.
Ministro, finalmente è arrivata la “Legge Gelli”, un provvedimento atteso che cambia il rapporto tra medici e pazienti.
«Si tratta di una Legge importantissima, ci abbiamo messo quasi 4 anni per portarla a casa. Finora nessuno ci era riuscito nelle legislature precedenti, è stato un lavoro enorme fatto dal Parlamento e anche con un contributo importante da parte del Governo con la Commissione Alpa.

martedì 28 marzo 2017


Meningite, consigliare il vaccino anche per gli adulti? La parola all’esperto, Roberto Burioni





I medici: eutanasia da legalizzare

per il 71%, ma solo il 54%

la praticherebbe

L’indagine di Sanità Informazione ha raccolto le risposte di 1609 camici bianchi.
Per il 70% eutanasia (attiva e passiva) e suicidio assistito
dovrebbero essere consentite nelle strutture del Sistema Sanitario Nazionale
di Valentina Brazioli
Immagine articolo
Il Disegno di legge sul Testamento Biologico fatica nel suo
percorso alla Camera e con ogni probabilità, le votazioni
sui 628 emendamenti al testo, andranno avanti a lungo.
In ogni caso, il terreno più caldo sarà in Senato,
dove il ridotto margine di voti potrebbe ulteriormente
dilatare i tempi di una Legge di cui si parla da più di dieci anni.
Ma cosa ne pensa la classe degli operatori sanitari? I camici bianchi, peraltro direttamente coinvolti nella questione, hanno risposto ad un sondaggio realizzato daSanità Informazione dal quale risulta inequivocabilmente che sette medici su dieci, ritengono che in Italia dovrebbe essere legalizzata l’eutanasia.