Ciak! Medicina

venerdì 27 gennaio 2012

Universita': Cardinale, in Cdm discussione su azzeramento valore voto laurea
Strumento per maggiore meritocrazia 
Roma, 27 gen. (Adnkronos Salute) - "Oggi il Consiglio dei ministri dovrebbe diminuire o azzerare il valore del voto di laurea. Perché anche in questo campo ci sono differenze notevoli tra varie sedi universitarie. Non c'è insomma omogeneità di valutazione".

mercoledì 25 gennaio 2012

Generici in ricetta e nuove farmacie, in vigore Dl liberalizzazioni
 Generici in ricetta e nuove farmacie, in vigore Dl liberalizzazioni
Roma, 25 gen. (Adnkronos Salute) - Liberalizzazioni al via. Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale di ieri, entrano in vigore le norme del decreto legge 'Disposizioni urgenti per la concorrenza, lo sviluppo delle infrastrutture e la competitività'. Al testo definitivo è stata apportata qualche correzione, anche nella parte che riguarda l'assistenza farmaceutica, l'articolo 11. A cominciare dalla disposizione sulla prescrizione dei medicinali. Nella ricetta il medico deve indicare la sostituibilità del farmaco prescritto con l'equivalente generico, o specificare la non sostituibilità nel "in cui sussistano specifiche motivazioni cliniche contrarie".

osteomielite cronica dell'adulto. Stadiazione e trattamento

slidehttp://www.osteomielite.it/congr_tripoli.htm

giovedì 12 gennaio 2012

Studio Usa, 'crack' cuore per 1 maratoneta su 184mila
 Studio Usa, 'crack' cuore per 1 maratoneta su 184mila
Roma, 12 gen. (Adnkronos Salute) - Gli appassionati della maratona hanno un cuore d'acciaio. E un tasso molto basso di arresti cardiaci. Circa 1 atleta su 184mila ha subito un infarto durante la partecipazione ad una maratona. A rivelare l'ottima notizia, che fa piazza pulita dei pregiudizi sulla pericolosità per il cuore delle lunghe distanze, 42 o 21km, è uno studio del 'Massachusetts General Hospital' (Boston) pubblicato sulla rivista 'New England Journal of Medicine'. Lo studio ha lavorato sui dati del 'Race Associated Cardiac Arrest Event Registry' (Racer). Lo ricerca ha monitorato i dati dei partecipanti a maratone e mezze maratone negli ultimi 10 anni negli Stati Uniti. Su 10,9 milioni di corridori, ci sono stati 59 casi di arresto cardiaco, 42 dei quali mortali. Causati soprattutto da una cardiomiopatia ipertrofica.