Ciak! Medicina

lunedì 7 febbraio 2011

Sette ore il sonno ideale, rischio cuore per chi dorme poco o troppo



Milano, 2 ago. (Adnkronos Salute) - La virtù sta nel mezzo, anche sotto le lenzuola. Parola di scienziati, infatti, 7 ore di sonno a notte sono il 'numero magico' per mantenersi in salute. Dormire troppo (9 ore o più), o troppo poco (5 ore o meno), moltiplica invece il pericolo di malattie cardiovascolari. Particolarmente insidiosa la privazione di sonno: chi di norma non supera le 5 ore di riposo notturno rischia il cuore il doppio rispetto a chi totalizza 7 ore sul materasso. E il pericolo aumenta ulteriormente nel caso di donne e anziani.A mettere in guardia sia gli 'anoressici' che i 'bulimici di Morfeo' è un nuovo studio pubblicato su 'Sleep', condotto dal Dipartimento di medicina di comunità della West Virginia School of Medicine di Morgantown, Stati Uniti. La ricerca - che corregge l'influenza di elementi fra cui abitudini di vita poco sane o malattie come diabete, pressione alta e depressione - suggerisce che "una durata anomala del sonno ha un effetto negativo sulla salute cardiovascolare", spiega Anoop Shankar, uno degli autori. Che avverte: "I disturbi del sonno possono rappresentare un fattore di rischio cardiovascolare anche nelle persone apparentemente sane".
Carcinoma Basocellulare (CBC)


Si tratta del tumore maligno cutaneo più comune. E’ localmente invasivo, aggressivo e distruttivo, ma ha una limitata capacità di metastatizzare. Si conoscono cinque forme cliniche: nodulare, ulcerativo, sclerodermiforme, superficiale, pigmentato.




- CBC nodulare si manifesta con una papula o nodulo, traslucido o “perlaceo, con colore della cute normale o rossiccio, a superficie liscia solcata da teleangectasie, ben delimitato e duro.

dal manuale di clinica pratica: lombalgia ed un caso correlato



http://www.pillole.org/public/aspnuke/downloads/libri/manualecp/moduloquarantadue.pdf