Ciak! Medicina

sabato 24 dicembre 2011

Sclerosi multipla come aterosclerosi, nuova ipotesi dagli Usa

Milano, 23 dic. (Adnkronos Salute) - Dagli Usa una nuova teoria, potenzialmente rivoluzionaria, sulla sclerosi multipla. Non sarebbe una malattia immunitaria, bensì metabolica. Una patologia che agisce sul sistema nervoso centrale esattamente come l'aterosclerosi (ostruzione e indurimento delle arterie) fa sull'apparato cardiovascolare. E a causarla sarebbe un difetto nei meccanismi di smaltimento dei grassi, provocato da livelli elevati di colesterolo 'cattivo' Ldl, ma anche da altri fattori concomitanti come virus, traumi e predisposizione genetica.

lunedì 19 settembre 2011

La “pillola” è  uno dei metodi contraccettivi
più utilizzati in Europa e sicuramente il più
noto. A patto di rispettare le controindicazioni
e le semplici precauzioni d’uso, si tratta di un
metodo contraccettivo estremamente efficace e
ben tollerato.


Preleva la scheda informativa

http://service.univadis.it/scraped/secure/schede/cistite.pdf

venerdì 2 settembre 2011



- Le donne sono colpite più degli uomini: Donne/Uomini 4:1; 
- E' una malattia frequente: circa 0.6 % della popolazione in Italia è colpita da AR;
- E' una malattia che, se non curata, induce invalidità conseguente alla perdita della capacità di usare le  articolazioni;
- In alcuni soggetti sono colpiti organi e apparati non scheletrici (cute, occhio, polmone, rene, cuore, arterie, ecc.);
- L'infiammazione cronica e sistemica dell'AR induce un invecchiamento precoce del sistema cardio-vascolare. Ciò è responsabile della riduzione della aspettativa di vita dei soggetti portatori di Artrite Reumatoide;
- Tutte le razze, in diversa misura, sono colpite da AR;
- Colpisce ogni età evolutiva, ma il picco di incidenza massimo è tra 35 e 50 anni (80% dei pazienti);
- La causa non è conosciuta. La genesi della malattia è probabilmente multifattoriale.

sabato 30 luglio 2011

POLIMIALGIA REUMATICA (PRM)




a cura del Dott. Lorenzo Leveghi reumatologo

U.O. Medicina Interna

Unità Operativa di Reumatologia, S. Chiara, Trento



Cos’è?



E’ una patologia infiammatoria caratterizzata da intenso dolore muscolare e rigidità a carico del cingolo scapolare (spalle, collo) e pelvico (anche, cosce), in presenza di sintomi generali quali malessere generale, dolorabilità diffusa, riduzione della forza muscolare con incapacità nello svolgere le comuni mansioni quotidiane, astenia, calo ponderale, riduzione dell’appetito, febbricola, depressione.

venerdì 29 luglio 2011

Idrocefalo Normoteso dell' Anziano



                                                  
Cosa si intende per idrocefalo a pressione normale dell´anziano?
È una affezione dovuta a dilatazione ventricolare, prevalentemente sopratentoriale, associata, in alcuni casi, a variazioni ricorrenti e transitorie, della pressione endocranica. 
                           
Quali sono le cause di idrocefalo a pressione normale dell´anziano?
Non si conosce l´esatta causa dell´idrocefalo dell´anziano. Sono segnalati pregressi traumi, fattori infiammatori o spandimenti ematici, ma senza una chiara correlazione eziologica. 
                                                      
Quali sono i sintomi dell´idrocefalo a pressione normale dell´anziano?

CHE COS'E' - GUARDA ED IMPARA



http://www.medicinadurgenza.com/che%20roba%20%C3%A8%20questa/

SCOMPENSO CARDIACO







http://www.coopmmg.re.it/formazione/corsi/scompenso%20cardiaco/Casi%20clinici%20(

NERVI CRANICI





http://www.fisiokinesiterapia.biz/NewDownload/nervi%20cranici.pdf

venerdì 24 giugno 2011

Endovenous Laser Treatment (EVLT)

Tecniche e trattamenti Trattamento Laser endovenoso


Il trattamento laser endovenoso (EVLT ovvero Endovenous Laser Treatment) è la più recente tecnica per la cura delle vene varicose ed è stata introdotta come terapia nel 2001.

E’ una tecnica, seppur chirurgica, meno invasiva rispetto alle altre ed è più rapida da eseguire e richiede un minor periodo di recupero post intervento.

Non è indicata per chi ha trombi o aneurismi nel segmento di vena interessato dal trattamento, e per chi soffre di patologie arteriose periferiche.

domenica 15 maggio 2011

Varicella



La varicella è una malattia comune tra i bambini, in particolare tra quelli al di sotto dei 12 anni. Un rash di macchie pruriginose che somigliano a vesciche si possono manifestare su tutto il corpo e possono essere accompagnate da sintomi simil-influenzali, sintomi che di solito scompaiono senza trattamento.
Poiché l’infezione è molto contagiosa, un bambino infetto da varicella deve rimanere a casa e riposarsi fino a quando i sintomi non sono scomparsi del tutto.

per leggere tutto l'articolo clicca sul link
http://www.farmacoecura.it/malattie/varicella-foto-sintomi-durata-cura/
Zucchero per amplificare efficacia antibiotici, studio su Nature

Roma, (Adnkronos Salute) - Con un poco di zucchero la pillola va giù, e funziona anche meglio. Il più semplice dei composti dolcificanti, infatti, pare sia in grado di amplificare l'efficacia dei farmaci antibiotici. A elaborare questo sorprendente ed economico modo di trattare infezioni batteriche croniche, come quelle da stafilococco o del tratto urinario, sono stati James Collins e il suo team della Boston University (Usa), riporta la rivista 'Nature'.

RETTOCOLITE ULCEROSA




Colite ulcerosa

La colite ulcerosa è una forma di malattia infiammatoria cronica intestinale che colpisce l’intestino crasso (colon) ed il retto.
CAUSE: La causa della colite ulcerosa è sconosciuta. Essa può colpire qualsiasi fascia di età, anche se ci sono picchi intorno ai 15-30 anni di età e poi di nuovo tra 50 e 70 anni. La malattia di solito inizia nella zona rettale e può estendersi attraverso l’interocolon. Ripetuti gonfiori (infiammazioni) portano ad un ispessimento della parete intestinale e del retto con tessuto cicatriziale.

lunedì 11 aprile 2011

Chirurghi, perplessita' su sentenza Cassazione


Roma (Adnkronos Salute) - Lo stop agli interventi chirurgici senza speranza, anche se c'è il 'consenso informato' da parte del paziente - emerso dal pronunciamento della IV sezione penale della Cassazione - lascia perplesso il presidente del Collegio italiano dei chirurghi (Cic), Pietro Forestieri. "Il problema - dice all'Adnkronos Salute Forestieri - è che è difficile stabilire che un intervento è senza speranza.

lunedì 4 aprile 2011

Nodulo polmonare solitario


Una massa rotonda od ovale di diametro inferiore ai 3 centimetri, senza linfoadenopatia, ateletasia o polmonite. Se questo è quanto recita il referto della radiografia al torace, si potrebbe trattare di nodulo polmonare solitario.

La probabilità che la lesione sia maligna è condizionata da vari fattori, tra cui l’età avanzata, il sesso maschile e la familiarità per neoplasie polmonari. L’indagine radiologica può già fare intendere la benignità o la malignità del nodulo, ma una maggiore sicurezza può essere ottenuta mediante una PET con contrasto, più sensibile e specifica. Se anche la diagnostica per immagini non riesce a chiarire ogni dubbio, è opportuno allora ricorrere, in caso di lesione periferica, ad ago aspirato con ago sottile, e, in caso di lesione centrale, a una biopsia transbronchiale o per via video toracoscopica.

Infine, se pure l’esame istologico o citologico non consente una diagnosi precisa e definitiva, è consigliabile monitorare nel tempo le dimensioni della lesione con TC o con Rx.

Occhio Clinico

vedi:
Linee guida diagnosi e trattamento del carcinoma polmonare-http://www.med.unipi.it/chirtor/diagnosi.htm
Talassemia, celocentesi nuova tecnica italiana diagnosi prenatale




Per le coppie a rischio di avere un figlio affetto da talassemia, arriva una nuova tecnica di diagnosi prenatale, la celocentesi, che permette di sapere già dal secondo mese di gravidanza lo stato di salute del feto. Un risultato reso possibile dal connubio tra un'eccellenza della ricerca italiana, in particolare siciliana, e l'iniziativa di soggetti privati. Lo studio, condotto all'ospedale 'Vincenzo Cervello' di Palermo da un'equipe guidata da Aurelio Maggio, direttore di Ematologia II, e portato avanti in collaborazione con il ginecologo greco George Makrydimas, è stato infatti finanziato dalla Fondazione 'Franco e Piera Cutino'.

Dell'obesità e di un caso correlato



http://www.pillole.org/public/aspnuke/downloads/libri/manualecp/modulotrentuno.pdf

lunedì 7 marzo 2011

mettiti il casco!

Al via ricetta elettronica, Valle d'Aosta prima a partire





Addio alle ricette mediche cartacee, destinate a finire in soffitta. Sta per entrare a regime la ricetta elettronica. In Gazzetta Ufficiale di sabato 5 marzo è infatti pubblicato il decreto del ministero dell'Economia e delle Finanze che stabilisce la chiusura della fase di sperimentazione e fissa i tempi di avvio del nuovo sistema. La prima a partire sarà la Valle d'Aosta il 1 aprile, seguirà l'Emilia Romagna il 1 maggio, poi Abruzzo, Campania, Molise, Piemonte e Provincia autonoma di Bolzano il 1 luglio, Calabria e Liguria il 1 settembre e Basilicata dal 1 ottobre, mentre resta da calendarizzare l'avvio a regime per le altre Regioni.

lunedì 7 febbraio 2011

Sette ore il sonno ideale, rischio cuore per chi dorme poco o troppo



Milano, 2 ago. (Adnkronos Salute) - La virtù sta nel mezzo, anche sotto le lenzuola. Parola di scienziati, infatti, 7 ore di sonno a notte sono il 'numero magico' per mantenersi in salute. Dormire troppo (9 ore o più), o troppo poco (5 ore o meno), moltiplica invece il pericolo di malattie cardiovascolari. Particolarmente insidiosa la privazione di sonno: chi di norma non supera le 5 ore di riposo notturno rischia il cuore il doppio rispetto a chi totalizza 7 ore sul materasso. E il pericolo aumenta ulteriormente nel caso di donne e anziani.A mettere in guardia sia gli 'anoressici' che i 'bulimici di Morfeo' è un nuovo studio pubblicato su 'Sleep', condotto dal Dipartimento di medicina di comunità della West Virginia School of Medicine di Morgantown, Stati Uniti. La ricerca - che corregge l'influenza di elementi fra cui abitudini di vita poco sane o malattie come diabete, pressione alta e depressione - suggerisce che "una durata anomala del sonno ha un effetto negativo sulla salute cardiovascolare", spiega Anoop Shankar, uno degli autori. Che avverte: "I disturbi del sonno possono rappresentare un fattore di rischio cardiovascolare anche nelle persone apparentemente sane".
Carcinoma Basocellulare (CBC)


Si tratta del tumore maligno cutaneo più comune. E’ localmente invasivo, aggressivo e distruttivo, ma ha una limitata capacità di metastatizzare. Si conoscono cinque forme cliniche: nodulare, ulcerativo, sclerodermiforme, superficiale, pigmentato.




- CBC nodulare si manifesta con una papula o nodulo, traslucido o “perlaceo, con colore della cute normale o rossiccio, a superficie liscia solcata da teleangectasie, ben delimitato e duro.

dal manuale di clinica pratica: lombalgia ed un caso correlato



http://www.pillole.org/public/aspnuke/downloads/libri/manualecp/moduloquarantadue.pdf

martedì 1 febbraio 2011

L'UOMO ZODIACALE


(stralcio dal libro "Nel segno della salute. Guida alla decifrazione dell'oroscopo in chiave medica")







L'unione fra Astrologia e Medicina può apparire, specie a chi non è addentro alla (prima) materia, come quelle creature fantastiche che popolano i miti o i racconti di fantascienza e che sono un assemblaggio di corpi di animali i più svariati, creature che sfidano il buon senso e le leggi della natura, ma se veramente fosse questo il risultato dell'unione fra astrologia e medicina non dovremmo addebitarlo al semplice e puro connubio tra le due materie ma al pressappochismo di tanti novelli Frankestein che montano a casaccio un pezzo di astrologia qui e un pezzo di medicina là.

lunedì 31 gennaio 2011

Parotite o orecchioni



La parotite (orecchioni) inizia con febbre, in genere modesta, mal di testa, malessere generale e scarso appetito. Dopo 1-2 giorni compare un doloroso ingrossamento sotto le orecchie.



a cura di: Dott. Guido Vertua (pediatra)



La causa della parotite (comunemente detta orecchioni) è virus della famiglia dei Paramyxovirus, il Myxovirus Parotiditis.



Come si contagia la parotite?

Attraverso un contatto diretto con la saliva del paziente infetto, oppure con le goccioline respiratorie emesse con la tosse, gli starnuti o anche semplicemente parlando. Il virus penetra attraverso le mucose delle vie respiratorie superiori. Il picco di incidenza si verifica durante il tardo inverno ed in primavera. Colpisce bambini di qualsiasi età, ma in genere tra i 5 e i 9 anni di vita.

sabato 22 gennaio 2011

Novita a cura di Paolo Spriano - MMG




Mammografia di screening: indicazioni personalizzate nelle donne giovani

Key words: tumore della mammella, screening



In tutto il mondo, ogni anno, viene diagnosticato un tumore al seno in più di 1 milione di donne e più di 500.000 muoiono a causa di questa malattia. Nel corso degli ultimi vent'anni si è osservata una modesta, ma reale diminuzione di mortalità per il tumore della mammella attribuibile al miglioramento della diagnosi precoce e alle strategie terapeutiche. In questo contesto dovrebbe essere considerato il recente e acceso dibattito aperto dalla pubblicazione delle nuove linee guida del US Preventive Services Task Force (USPSTF) sull'approccio ottimale dello screening per il tumore della mammella.

giovedì 20 gennaio 2011

Medicitalia.it / MinForma / Otorinolaringoiatria




La sinusite cronica: laser chirurgia e chirurgia endoscopica

Articolo a cura di Dr. Alessandro Valieri.







Definizione e cause

Con il termine sinusite si definisce un processo infiammatorio, perlopiù causato da un’infezione di diversi ceppi di batteri, che coinvolge uno o più seni paranasali.



In molti casi la suddetta infezione batterica è la conseguenza di una patologia virale delle prime vie respiratorie (per esempio un raffreddore o una faringite trascurati).

mercoledì 19 gennaio 2011

Editoriali a cura di Mauro Marin - Medico di medicina generale specialista in gastroenterologia, Pordenone




Calcolosi della colecisti: diagnosi e terapia


Colpisce il 15% degli adulti italiani, asintomatica nell’80% dei casi: cosa fare?



Circa il 15% della popolazione adulta italiana è affetta da colelitiasi, con una maggiore prevalenza nel sesso femminile e in età avanzata (Hepatology 1999, 318: 1745-8).

I pazienti affetti da colelitiasi sono asintomatici nell'80% dei casi e solo nel 20% dei casi presentano sintomi indicativi della loro condizione. Tuttavia nel tempo il 20% circa dei pazienti con colelitiasi asintomatica diventa sintomatico e l'1-3% dei casi per anno esordisce direttamente con una complicanza quale, ad esempio, la colecistite acuta, la colangite o la pancreatite acuta.

lunedì 17 gennaio 2011

Le patologie cardiovascolari nell'artrite reumatoide: presente e futuro

Incremento del rischio di patologia cardiovascolare non spiegato dai fattori di rischio cardiovascolare tradizionali



Contesto



I pazienti affetti da artrite reumatoide presentano un rischio maggiore di patologia cardiovascolare. L'aumento del rischio cardiovascolare nell'artrite reumatoide, che si ritiene sia causato da un processo infiammatorio, rimane elevato nonostante il miglioramento del controllo dell'infiammazione in questa popolazione.

venerdì 14 gennaio 2011

INFEZIONI URINARIE - BATTERIURIA

DAL MANUALE PILLOLE- CAP. 29
http://www.pillole.org/public/aspnuke/downloads/libri/manualecp/moduloventinove.pdf
Insufficienza renale








L’insufficienza renale è una patologia caratterizzata da una riduzione della capacità di filtrazione dei reni ciò porta l’organismo ad accumulare sostanze tossiche dannose per la sua crescita.

Si distinguono un’insufficienza renale acuta ed una cronica; la prima si instaura così rapidamente da provocare sintomi caratteristici in pochi giorni, la seconda si sviluppa invece molto lentamente (mesi-anni) e perciò consente lo sviluppo di meccanismi di compenso.

martedì 11 gennaio 2011

Influenza, picco a fine gennaio. Le raccomandazioni del Ministero



Durante il periodo invernale decine di milioni di persone contraggono l'influenza, una malattia respiratoria virale facilmente trasmissibile per via aerea.


Quest’anno il picco di casi è previsto tra i mesi di gennaio e febbraio e saranno dai tre milioni e mezzo ai cinque milioni le persone che nel nostro Paese dovranno fare i conti con i sintomi influenzali.

Tuttavia si tratterà di una stagione influenzale senza particolari allarmi.