Ciak! Medicina

martedì 15 giugno 2010

Novita a cura Dott.ssa Cristina Gatti - Specialista in Endocrinologia/Diabetologia - Unità di Diabetologia, Ospedale di Fabriano ASUR Marche




Il diabete nell'anziano

Epidemiologia

L'aumento dell'attesa di vita e dell'età media della popolazione, è uno dei fattori più importanti della prevalenza crescente del diabete nel mondo. Il diabete mellito e la diminuita tolleranza al glucosio (IGT) aumentano progressivamente con l'età. Il diabete è infatti presente nel 7-10% della popolazione anziana, il 10% di anziani è affetto da diabete non diagnosticato ed un ulteriore 10% presenta intolleranza al glucosio. Quindi il 20% degli anziani ha un diabete diagnosticato e se si includono i pazienti con IGT, almeno il 30% delle persone con più di 65 anni presenta un' alterazione del metabolismo degli zuccheri.
Novita a cura di Paolo Spriano - Medico di Medicina Generale - Milano



Fumo: utilità degli interventi per smettere di fumare

L'abitudine al fumo di sigaretta rappresenta una delle cause di morte prevenibili più importanti al mondo. Le morti a causa del tabacco sono, nei soli Stati Uniti, più di 400.000/anno sommando tra loro patologie cardiovascolari, neoplastiche e respiratorie. Il fumo durante la gravidanza determina nei neonati circa 1000 decessi/anno ed è associato a parto prematuro e a ritardo di crescita intrauterina del feto. Smettere di fumare è difficile. Per questo un'importante attività del medico dovrebbe essere quella di aiutare i propri assistiti fumatori a smettere. Evidenze convincenti sostengono che questo intervento, effettuato nel setting delle cure primarie, sia in grado di aumentare la percentuale di fumatori che smettono con successo.