Ciak! Medicina

venerdì 22 ottobre 2010

La somministrazione di Ergocalciferolo riduce le richieste di Eritropoietina nei pazienti anemici in emodialisi ( 2010 )




La somministrazione di Ergocalciferolo ( Vitamina D2 ) a pazienti anemici sottoposti ad emodialisi può ridurre le richieste di Eritropoietina ( EPO ).



Lo studio ha riguardato 86 pazienti in emodialisi, di cui il 78% aveva livelli di 25-IdrossiVitamina D al di sotto di 30 ng/ml al basale. Questi pazienti sono stati trattati con 50.000 unità di Ergocalciferolo alla settimana, mentre i pazienti con più alti livelli di 25-IdrossiVitamina D sono stati trattati con 50.000 unità al mese.




Nel corso dei 9 mesi di follow-up, i livelli di 25-IdrossiVitamina D sono aumentati in modo significativo da una media di 23 a 36 ng/ml. Il cambiamento assoluto era in media di 12.2 ng/ml.

Il dosaggio totale di Eritropoietina ridotto è stato, in media, di 95.063 unità per mese. Il livello di emoglobina è aumentato significativamente di 0.86 g/dl dal basale a 9 mesi.



I Ricercatori non hanno osservato nessuna significativa associazione tra il cambiamento nei livelli di 25-IdrossiVitamina D e l’emoglobina o la dose totale di Eritropoietina.



Sebbene l’effetto del trattamento con Ergocalciferolo sulla richiesta di EPO non fosse correlata in modo diretto ai livelli di 25-IdrossiVitamina D, ulteriori studi sono necessari per comprendere meglio l’impatto della replezione della 25-IdrossiVitamina-D sull’anemia nei pazienti con malattia renale all’ultimo stadio. ( Xagena2010 )



Fonte: National Kidney Foundation - Spring Clinical Meetings, 2010