Ciak! Medicina

lunedì 4 aprile 2011

Nodulo polmonare solitario


Una massa rotonda od ovale di diametro inferiore ai 3 centimetri, senza linfoadenopatia, ateletasia o polmonite. Se questo è quanto recita il referto della radiografia al torace, si potrebbe trattare di nodulo polmonare solitario.

La probabilità che la lesione sia maligna è condizionata da vari fattori, tra cui l’età avanzata, il sesso maschile e la familiarità per neoplasie polmonari. L’indagine radiologica può già fare intendere la benignità o la malignità del nodulo, ma una maggiore sicurezza può essere ottenuta mediante una PET con contrasto, più sensibile e specifica. Se anche la diagnostica per immagini non riesce a chiarire ogni dubbio, è opportuno allora ricorrere, in caso di lesione periferica, ad ago aspirato con ago sottile, e, in caso di lesione centrale, a una biopsia transbronchiale o per via video toracoscopica.

Infine, se pure l’esame istologico o citologico non consente una diagnosi precisa e definitiva, è consigliabile monitorare nel tempo le dimensioni della lesione con TC o con Rx.

Occhio Clinico

vedi:
Linee guida diagnosi e trattamento del carcinoma polmonare-http://www.med.unipi.it/chirtor/diagnosi.htm